Personae Magazine

Magazine Approfondiamo l'articolo del mese

n. 42 del 15 maggio 2011

Ritorna

Tecnologia e intelligenza (umana)

La scorsa settimana, ho scatenato una piccola discussione sui vari canali social in cui mi muovo (linkedin, twitter e facebook) sull’annoso tema tecnologia vs uomo. I commenti sono stati vari e la discussione accesa: non siamo però arrivati ad una conclusione univoca. E quindi la domanda rimane aperta : la tecnologia facilita o no il lavoro dell’uomo?
Mi capita spesso di visitare aziende, anche di grandissime dimensioni e diffusione sul territorio, che utilizzano file excel  per la gestione operativa dell’azienda: dal personale all’analisi dei dati di bilancio, dalle  visite mediche ai  corsi di formazione, e cosi via.
Spesso le esperienze che queste aziende hanno avuto con procedure software, che avrebbero lo scopo di automatizzare e semplificare il loro lavoro, sono state a dir poco disastrose.
Una volta deciso di dotarsi di procedure software iniziano i dolori: si deve partire con lo studio del manuale di istallazione e di utilizzo (che non ha niente da invidiare ad un tomo dell’enciclopedia Treccani) e capire come adattare processi,procedure, attività, dati al software stesso.
Ecco che il responsabile risorse umane e il responsabile IT iniziano a  non dormire più la notte : oltre a  studiare processi, analizzare il lavoro delle persone (mansionari e job description) all’interno dell’azienda, cercare dati, estrapolare statistiche, mobilitare uomini, sanno che li attenderà un sanguinoso periodo di lavoro aggiuntivo, scontri con i colleghi, battaglie con i fornitori.
Spesso i software si caratterizzano per una rigidità di fondo, sono prodotti che funzionano egregiamente ma, per adattarsi a tutti i tipi di aziende, hanno bisogno che le loro logiche siano rispettate pedissequamente.
E qui torniamo alla domanda iniziale, è l'azienda che deve adattarsi al software o il software che può adattarsi alle esigenze dell'azienda?
La filosofia che permea tutte le nostre attività è quella che ogni servizio o prodotto che noi creiamo, serva per  facilitare e semplificare il lavoro delle persone.
Per cui, anche con un po’ di compiaciuta autoreferenzialità, vi invitiamo il 18 maggio alla presentazione di EGO, la nostra procedura software che si adatta flessibilmente alle esigenze di qualsiasi tipo di azienda. Siamo così convinti della sua validità che abbiamo invitato la nostra community di utilizzatori (aziende, banche, confidi, clienti) a parlarci dei vantaggi che derivano da suo utilizzo!

Qua trovate il programma.
Vi aspettiamo per confrontarci con voi!

Di Giovanna Coppini


Ritorna