Personae Magazine

Magazine Approfondiamo l'articolo del mese

n. 47 del 15 novembre 2011

Ritorna

La tecnologia a servizio della creatività

La profonda relazione tra innovazione tecnologica e paradigmi di comunicazione ha radici relativamente recenti ma negli ultimi anni la situazione è stata stravolta, lo scenario di oggi non ha niente a che vedere con quello di ieri; il rapporto tra comunicazione e tecnologia è cruciale e le aziende, così come le persone, si sono prontamente adeguate.
Innumerevoli  i testi e i corsi universitari che trattano questo argomento analizzandone le peculiarità e soprattutto le opportunità; i continui mutamenti e l’evoluzione del tema fanno si che la formazione in questo campo sia indispensabile e continua e l’importanza del tema “comunicazione vs tecnologia” entra preponderante nella quasi totalità delle attività lavorative, dal negozio di nicchia alla multinazionale.
Generalmente per essere vincenti è necessario avere a che fare con la rete: per prima cosa fare del proprio sito web un luogo di comunicazione e non trattarlo come semplice vetrina , una comunicazione efficace infatti deve essere in grado di catturare e trasferire la propria identità al pubblico ma non solo. Una volta soddisfatti i punti cardine della propria immagine sul web il controllo della comunicazione deve essere ceduto al cliente cercando un coinvolgimento e dando vita ad una relazione. Il concetto di relazione è un concetto focale anche dei rapporti “virtuali”, una relazione che nasce tramite web tra azienda e interlocutore richiede cura e attenzione; da facebook, ai blog, ai social network  è ormai consuetudine avere a che fare con rapporti virtuali e il pubblico della rete partecipa attivamente, basta saperlo coinvolgere. Fondamentale non abbandonare il proprio sito ma aggiornarlo in modo competente e strutturato con contenuti interessanti (articoli, video, news, info) che facciano trasparire l’essenza del lavoro dell’azienda nel tempo, per dare un’idea precisa del proprio percorso.
L’interazione tra consumatore e azienda è stato studiata  ad arte anche dagli esperti della comunicazione mobile. I creatori di telefoni cellulari di ultima generazione hanno tentato diverse strade, dalla tv sui dispositivi, al bluetooth senza grandi risultati in termini di consenso. I risultati più importanti sono stati raggiunti recentemente: con la nascita dello smartphone, che ha come capostipite l’Iphone, il telefono cellulare è diventato oltre che un computer vero e proprio, un sistema di gestione delle preferenze, divenuto ben presto un’opportunità per le aziende.  Naturalmente per essere attraenti le app nascono da un’idea, dalla creazione di funzioni particolari e divertenti, lo stesso accade con le campagne di social media marketing.
Non possiamo infatti prescindere dall’utilizzo di social network per la loro diffusione ma anche per le loro peculiarità: sono luoghi in cui è premiata la creatività e le possibilità sono infinite, in alcuni casi un campagna creata su facebook, il cui costo è quindi pari a 0, ha dato un ritorno di immagine nettamente superiore ad una campagna creata ad hoc da pubblicitari di prima categoria.
La creatività è quindi una componente essenzialmente umana che può rendere speciale la relazione tra tecnologia e comunicazione. Questa relazione continuerà e l’evolversi della tecnologia aprirà ulteriori spazi di comunicazione soddisfacendo quello che è un bisogno di base delle persone: condividere informazioni, emozioni e crescere … insieme.

Di Alessia Marchi


Ritorna